0%

Marketing e chatbot

Ricordate la fine degli anni ’90? Erano gli anni in cui le prime agenzie multimediali, spesso fatte di due soci appena usciti dall’università, cercavano di spiegare a ogni tipo di cliente quanto importante fosse la presenza online.
Esistevano i siti-vetrina, costava poco avere un dominio; eppure molti imprenditori, fossero medio-piccoli o anche grandi imprese, tergiversavano in attesa di vedere se il web avrebbe attecchito oppure no. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: Amazon ci credette, quando ancora vendere libri online era ritenuto un azzardo – si parlava del profumo della carta, ricordate? -; Kodak no, Blockbuster non seppe reagire.
I passi fatti sono stati tanti, ma ancora nel nostro lavoro cerchiamo non solo di offrire un servizio competente ma anche di prefigurare quali saranno le strade da percorrere. Non si parla di futuro, ma di presente. E il marketing attraverso l’uso dei chatbot questo è: presente. Il chatbot è uno strumento di interazione uomo-macchina, basato su applicazioni tipiche dell’intelligenza artificiale, che consente al cliente di rivolgere domande anche complesse su prodotti e servizi aziendali che la macchina sa riconoscere, incanalare e cui sa rispondere attraverso un linguaggio comprensibile e azioni efficaci. Proprio come se dall’altra parte ci fosse un consulente, da una parte, e un commesso dall’altra; e non una macchina.
Poniamo il caso che un cliente si colleghi al vostro sito. Invece che cercare tra mille tipi di vino, spesso divisi per categorie per voi sensate ma per lui poco indicative, potrebbe porre al chatbot una domanda del tipo “Indicami un Aglianico che costi tra questa cifra e quest’altra”, vedrebbe le risposte ordinate, si sentirebbe fare la domanda “Vuoi passare all’acquisto?”, e via così. I vantaggi non sono indifferenti: il personale dedicato al contatto col pubblico sarebbe coinvolto solo nel caso di particolari richieste, si avrebbe a disposizione un aiuto al cliente funzionante per 24 ore al giorno, sette giorni su sette, e la mortalità del carrello – ossia: l’inserimento di prodotti nel carrello poi abbandonati prima della definizione dell’acquisto – si ridurrebbe notevolmente.
L’allestimento dei chatbot e la loro definizione sono uno strumento di marketing ormai pronto, che può aiutare il vostro lavoro e scaricare di responsabilità e inutili rincorse quello di risorse aziendali che possono essere utili altrove.
La vostra impresa, a questo punto, vuole essere pronta come Amazon o rincorrere come Kodak?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: